BANCOMAT: ARRIVA LA STANGATA DEL 2%

Author

Categories

Share

In queste ore sta girando, una proposta  di Confindustria per scoraggiare l’evasione fiscale,  aumentare gli sconti per chi paga con meccanismi tracciati,  come home banking, bonifici,bancomat e  carte di credito e tassare, invece, del 2% i prelievi di contante oltre i 1.500 euro mensili,garantendo uno sconto del 2% al cliente che effettua le transazioni tracciate.

Fatto sta che attualmente  solo un italiano paga con bancomat e carte di credito una volta ogni cinque giorni, che diventano 11 Campania, 12 in Calabria e 16 in Basilicata fino a salire al 20% della media nazionale.

Secondo la proposta allo studio, la banca opererebbe come una sorta di sostituto d’imposta, versando all’erario, una tassa del 2% sui prelievi che eccedono la somma di 1.500 euro mensili, questo permetterebbe, calcola uno studio di Confidustria un gettito annuale di circa 3,4 mld di euro, considerato che si ipotizzano prelievi oltre i 1.500 euro  sono il 20% del totale, ma secondo alcune associazioni di consumatori, garantirebbe maggior guadagni alle banche.

Redazione

Author

Share