PERDI 10 KG CON LA DIETA DEL SUPERMETABOLISMO

Author

Categories

Share

La dieta del Supermetabolismo, non è una fake dieta ma funziona,  è stata portata alla ribalta dalla nutrizionista Haylie Pomroy, il suo funzionamento è legato  sul potere brucia grassi  di alcuni alimenti , divisa in tre fasi atte ad ad accelerare il metabolismo.

E il percorso utilizzato da vip e attori, per raggiungere velocemente i risultati, molti centri dimagranti hanno fondato la loro fortuna su questa tecnica che sta impazzando in tutto il mondo.

Quali sono i cibi che aiutano la dieta del supermetabolismo?

E’ importante sottolineare che qualsiasi sia il regime alimentare che scegliete di approcciare, sarebbe bene consumare con una certa regolarità questi 10 cibi che non solo aiutano il nostro fisico a mantenersi in forma, ma sono un vero toccasana per la nostra salute.

La dieta del supermetabolismo dura solo 28 giorni e prevede tre diverse fasi che si alternano ogni 2-3 giorni, in cicli settimanali. Ogni fase comporta il consumo di alimenti differenti e lo svolgimento di un diverso tipo di attività fisica, ma ci sono delle regole di base che dovranno esser rispettate per tutta la durata del programma.

 

– Mangiare 5 volte al giorno, ogni 3-4 ore senza saltare i pasti;

– Consumare la colazione entro 30 minuti dal risveglio;

– Bere 30 cl di acqua per ogni chilo di peso corporeo del paziente.

– Scegliere alimenti biologici;

– Fare attività fisica almeno 3 volte alla settimana;

– Rispettare le 3 fasi della dieta

Supermatobilismo il menù

La prima fase della dieta deve esser seguita nelle giornate del lunedì e del martedì e si dovranno privilegiare frutta, verdura, proteine e cereali, anche se non tutti. Il menù della dieta del supermetabolismo dovrà includere a colazione una porzione di cereali e frutta, due spuntini a base di frutta, pranzo e cena con una porzione di cereali, una di proteine e verdure in quantità.

La seconda fase di questa dieta per perdere 10 kg va seguita il mercoledì e il giovedì e prevede l’assunzione di proteine e verdure, avendo cura di optare per cotture alla griglia, lesse o in umido, e di evitare del tutto i grassi, esattamente come nella fase precedente. Il menù di questa seconda parte della dieta sarà composto da una colazione e degli spuntini a base di omelette (di soli albumi) e verdure e pranzo e cena con carni magre, pesci o insaccati magri e verdure.

La terza e ultima fase del regime del supermetabolismo, da seguire ogni venerdì e nel weekend, prevede il reintegro degli alimenti grassi, a patto che siano sani, insieme a proteine, frutta a basso indice glicemico e cereali integrali. A colazione e durante gli spuntini dovrete consumare la frutta, mentre a pranzo e a cena potete scegliere mezza porzione di quinoa, riso integrale oppure avena, insieme a un piatto di carne magra o pesce, e verdure.

La dietologa americana Haylie Pomroy, “Gli esercizi di resistenza aumentano la produzione di ormoni che fanno sì che le cellule utilizzino il glucosio in modo più efficiente. Queste risposte ormonali danno al corpo il potere di bruciare i grassi, migliorare la crescita muscolare e stabilire unritmo naturale”.

 

Naturalmente il suo funzionamento è individuale e esclude cibi come pane, caffè, tè, pasta, latticini, cibi e zuccheri raffinati, in ogni caso la dieta del supermetabolismo può considerarsi particolarmente indicata per accelerare il metabolismo e pertanto ottimale da seguire per certi momenti limitati di tempo.

Naturalmente fatevi consigliare dal vostro medico  di fiducia o un nutrizionista.

Redazione Benessere

Author

Share