SIMONE FERRARI E’ IL NUOVO DIRETTORE ARTISTICO DI X FACTOR

Author

Categories

Share

Simone Ferrari è nuovo direttore artistico dopo 10 anni di era  Luca Tommassini, ha sembra avere  le idee molto chiare, il  31enne più giovane regista della storia a vantare la realizzazione di una cerimonia olimpica (in Turkmenistan, per i Giochi d’Asia), nel numero di GQ in edicola, racconta il futuro del programma (le selezioni su Sky Uno dal 6 settembre, i live dal 25 ottobre). A partire dal palco, che cambierà: “Moltissimo, ma in modo graduale. Il programma deve essere riconoscibile per non disorientare il pubblico. Dopodiché il palco evolverà, lo immagino come un animale che respira”.
Al centro di tutto, spiega Ferrari, ci saranno i concorrenti.
“Vorrei iniziare la 12/a edizione con una specie di dichiarazione: X Factor è lo show più figo della televisione.
Sarà un’apertura in cui la musica avrà il ruolo di protagonista, anche fisicamente. Guest star? Vedremo. In realtà mi piacerebbe dare molto peso ai concorrenti. Vorrei che i primi minuti fossero dedicati a loro mentre prendono possesso del palco”. Con Alessandro Cattelan “fulcro dei momenti-chiave”.
Ferrari considera i Måneskin i concorrenti-simbolo di X Factor: “Hanno portato la cazzimma. La narrazione prevede che i protagonisti non siano consapevoli del proprio talento, ma che lo scoprano via via. Loro, invece, sono stati strafottenti fin da subito. Rappresentano un nuovo modo di vivere il palco. Marco Mengoni ha avuto il racconto opposto: uno che balbettava fuori scena per poi dimostrare di avere, durante le esibizioni, un talento cristallino”.
E ammette che la sua poltrona “scotta. Tommassini ha fatto X Factor per 10 anni, mentre in Inghilterra il direttore artistico cambia ogni due o tre, quindi il talent si è evoluto con lui, e viceversa. Non ci sarà alcuna competizione con Luca”

L’augurio di un proficuo lavoro dalla redazione Blog Social Tv, al nuovo Direttore artistico per il nuovo impegno.

Redazione

Author

Share