E’ MORTO SERGIO MARCHIONNE AVEVA 66 ANNI

Author

Categories

Share

E’ morto Sergio Marchionne il manager italiano tra i più conosciuti e capaci del mondo, era ricoverato in terapia intensiva all’ospedale universitario di Zurigo, le sue condizioni erano state giudicate irreversibili già sabato scorso, dove era stato ricoverato il 28 Giugno, da quanto trapela dalla struttura elvetica anche se l’azienda non conferma la notizia il cuore del manager ha smesso di battere,  cordoglio dal mondo politico, dell’imprenditoria italiana e da tutti i grandi del mondo.

L’intervento che doveva essere eseguito sarebbe dovuto essere alla spalla e prevedeva pochi giorni di convalescenza, ma all’Universitatsspital di Zurigo, da come trapela da ambienti vicino al manager come Franzo Grande  Steven  che dichiara: Sergio  parlò di “dolore indicibile ” il tutto farebbe presupporre ad un tumore nella parte alta dei polmoni, probabilmente un embolia potrebbe essere stata la causa del peggioramento delle condizioni, si è parlato subito di “condizioni di salute urreversibili” .

Marchionne  l’uomo che cambiò il modo di pensare all’economia italiana, era noto a livello internazionale per aver guidato il profondo rinnovamento della Fiat, ricoprendo ruoli importanti nel gruppo  a partire dal 2003, su designazione di Umberto Agnelli,durante l’amministrazione Marchionne, il gruppo lancia nuovi modelli, tra cui l’Alfa 159, la Fiat Nuova 500, la Grande Punto, l’auto più venduta in Italia nel 2006 e nel 2007, l’uomo che ha spostato i confini sempre un po’ più in là. Che aveva un fuso orario tutto suo: zero. Che un giorno di pochi mesi fa, a Maranello, nella sala in cui era da poco finito un board Ferrari, confessò «sono stanco»,   il grande salto  del manager quando tratta con Barack Obama e conquista Chrysler a costo zero per Fiat, il resto è storia.

L’ultima mossa di Borsa Sergio Marchionne l’aveva fatta il 9 maggio scorso, ma non riguardava il gruppo Fca, che ha guidato per 14 anni. Aveva comprato un pacchetto di azioni della Philip Morris International, la multinazionale delle sigarette Marlboro.

Tutto precipita quando Elkan  annuncia ai suoi dipendenti:”La lettera più difficile che abbia mai scritto: non tornerà più”. E’ un messaggio addolorato quello che John Elkann affida ai dipendenti per celebrare il ricordo di Sergio Marchionne poche ore prima che dall’Ospedale di Zurigo era  trapelata la notizia che le sue condizioni sono irreversibili, al suo fianco la sia compagna Manuela e due figli Alessio Giacomo e Jonathan Tyler.

Inizia il tam tam sui social, il mondo della politica, dell’imprenditoria della cultura s’inchina al manager per antonomasia, un puro sangue che in pochi anni dalle ceneri della Fiat ha creato il settimo gruppo automobilistico del mondo.

La data  e il luogo delle esequie non è ancora stata annunciata, probabilmente verrà comunicato nelle prossime ore.

M.F.

 

Fiat: è stato amministratore delegato di Da ragazzino, dopo la scomparsa del padre maresciallo dei carabinieri, con la mamma emigrò da Chieti negli Abruzzi a Toronto in Canada, presso una zia che commerciava in dettaglio ortofrutticoli. Un trasferimento affatto facile per lui. Imparò così il rigore e capì il binomio disciplina-cultura”.

In Canada Sergio Marchionne si laurea in filosofia presso l’Università di Toronto; in un’intervista dichiarerà: «Quando ho iniziato l’università, in Canada, ho scelto filosofia. L’ho fatto semplicemente perché sentivo che, in quel momento, era una cosa importante per me». Successivamente si laurea in legge alla Osgoode Hall Law School dellaYork University (Ontario, Canada) con il massimo dei voti, consegue presso la University of Windsor  (Ontario, Canada) un master business administration  Esercita quindi come commercialista, procuratore legale, avvocato ed esperto contabile diplomato.Sergio Marchionne è ricoverato in terapia intensiva all’ospedale universitario di Zurigo e le sue condizioni sono irreversibili. È quanto trapela dalla struttura elvetica anche se l’azienda non conferma la notizia. In mattinata

Author

Share