RIFARSI IL NASO, QUANTO COSTA?

Author

Categories

Share

Molteplici possono essere le motivazioni che inducono a rifarsi il naso, motivazioni connesse all’estetica o a difficoltà respiratorie, generalmente la correzione della punta del naso è la parte più importante che più di ogni altra qualifica il bravo chirurgo, nella maggior parte dei casi si deve restringere la punta del naso e renderla più delicata riducendo il suo volume.

Le motivazioni che inducono a rifarsi il naso possono riassumersi nelle seguenti:

  • Se il naso ti causa problemi di respirazione e la tua salute ne risente;
  • Se hai avuto un incidente e subito danni al naso;
  • Se hai una particolare malformazione congenita;
  • Se un naso troppo grande o troppo lungo ti impediscono di vivere serenamente la tua vita e le relazioni con gli altri.

Infatti, che un setto nasale particolarmente deviato o fuori proporzioni, può ingenerare anche dei problemi respiratori, e in taluni casi anche gravi, due differenti sono le tecniche:

  1. La tecnica chiusa: il taglio chirurgico viene effettuato all’interno del naso;
  2. La tecnica aperta: l’incisione viene effettuata sulla columella, sotto il naso.

L’intervento, poi, può anche essere parziale o totale, a seconda che venga modificato tutto l’insieme del naso oppure se ne modifichi una o più parti, ma non tutto.

Ed ecco che arriviamo ai costi, preliminarmente a costi orientativi: una rinoplastica parziale può anche costare “solo” duemila euro, mentre se occorre una rinoplastica totale il costo può arrivare ed anche superare i quattro/cinquemila euro.

Ovviamente ad intervenire in modo sensibile sui costi dell’operazione sono anche la fama e l’esperienza dell’operatore, del chirurgo, la struttura di tipo ospedaliero (più tipicamente una clinica privata) presso la quale viene eseguita l’operazione, un eventuale ricovero, la complessità dell’intervento, la tecnica (chiusa o aperta) cui si accennava più sopra, ecc.

Naturalmente si consiglia di effettuare tale intervento chirurgico, in strutture accreditate dal servizio sanitario, nazionale o in ogni caso con standard qualitativi sanitari di eccellenza.

 

Redazione Benessere

Author

Share